close
search
Cerca
su Reale Mutua

Scrivi qualcosa...

​ANIMALI DOMESTICI IN INVERNO: ​
​6 BUONE PRATICHE PER PRENDERSENE CURA​​​

​​


In inverno, con le basse temperature, gli animali domestici richiedono un’attenzione speciale​. Se, in generale, quelli di taglia grande grazie alla maggiore massa corporea sopportano meglio il clima rigido di quelli più piccoli o a pelo corto, è pur vero che neve, ghiaccio e pioggia non sono certo i migliori amici di cani e gatti. 

Ecco allora alcune buone pratiche per prenderci cura dei nostri animali domestici in inverno. ​

1
La dieta per il freddo

Con l’abbassarsi delle temperature, i nostri amici a quattro zampe bruciano un quantitativo maggiore di calorie, soprattutto i più attivi – e coraggiosi - che escono e giocano molto all’aperto. Per garantire loro il giusto apporto energetico e mantenere costante la temperatura corporea, è bene optare per una dieta ricca di grassi e proteine di qualità. Anche i liquidi sono importanti, ma attenzione: l’acqua nella ciotola non deve essere troppo fredda​ o addirittura ghiacciata, per questo deve essere controllata con una certa frequenza.​
2
Un riparo che sia comodo comodo

Ideale per gli animali domestici sarebbe poter godere del tepore dell’abitazione, soprattutto di notte quando le temperature scendono di più. Il discorso vale per tutti, ma in particolare per i cuccioli, gli animali anziani o più deboli. Se non direttamente in casa, spesso un’idea è mettere a disposizione locali come la taverna dove creare un giaciglio caldo e comodo, facendo attenzione che non ci siano oggetti o sostanze pericolose con cui possono entrare in contatto. In caso contrario, occorre preparare un riparo adeguato: la cuccia deve essere della giusta dimensione, non a contatto diretto con il terreno freddo, e messa al riparo dalle correnti d’aria. Aggiungervi una coperta o cuscino di lana sul pavimento o foderarla con fogli di giornale può essere un modo per procurare maggiore tepore. ​

3
Anche il pelo vuole la sua parte​

La spazzolatura non ha solo una funzione estetica ma è uno dei modi più importanti con cui ci si può prendere cura del nostro animale. Spazzolare con regolarità il pelo​ infatti ne garantisce una maggiore igiene, stimola la circolazione del sangue e permette di rinnovare il sottopelo, per una maggiore protezione dal freddo.

4
All’aperto? Un po' sì, ma...

...occorre contenere l’esposizione a neve e ghiaccio perché le basse temperature possono essere pericolose e arrivare a causare principi di assideramento. È consigliabile far indossare al cane un cappottino per una maggiore protezione. Al rientro in casa, è bene asciugarlo e pulirlo accuratamente, soprattutto sotto le zampe, dove si possono insinuare materiali e sostanze presenti per terra, come il sale dei marciapiedi o le soluzioni antigelo per l’auto, che potrebbero causare problemi e addirittura essere nocive. ​
​ ​

5
A Natale e durante le feste

Il Natale è anche per loro uno dei momenti più amati dell’anno, perché significa coccole, regali e più tempo a disposizione per giocare insieme alla famiglia. Ma ci sono alcuni aspetti a cui prestare attenzione. Il cioccolato ad esempio e alcuni cibi ricchi di condimenti e spezie tipici di questo periodo non fanno bene a cani e gatti. Inoltre, alcune piante come le Stelle di Natale o bacche del vischio contengono sostanze che sono molto pericolose per loro. Attenzione anche a oggetti di vetro o addobbi con cui potrebbero entrare in contatto e che, rompendosi, potrebbero ferirli.​​

6
Un pensiero ai meno fortunati

Se, come rileva il Censis​, in Italia gli animali domestici sono presenti in una casa su due, è anche vero che ​sono molti i randagi, per i quali l’inverno è ancora più difficile. Lasciando fuori dalle nostre abitazioni un po' di acqua, qualche crocchetta e magari ​una coperta che non usiamo più potremmo essere di aiuto a qualche animale di passaggio meno fortunato.​​

Gli animali domestici sono sempre più parte della famiglia e protagonisti delle nostre case. Casamia ha pensato anche loro, offrendoti una valida tutela dagli eventuali danni che con il loro comportamento potrebbero provocare a terzi. ​
​ ​

Il premio che stai per vedere è valido se:

Contraente e proprietario

del veicolo coincidono

Non hai usufruito del

Decreto Bersani

Hai preso la patente

prima dei 21 anni

Il tipo di antifurto è

Chiave meccanico-elettronica

Stiamo elaborando i dati,
per favore pazienta qualche secondo