Skip Ribbon Commands
Skip to main content

Al fine di offrirti una migliore esperienza di navigazione, questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la Privacy

Guida al risparmio

Per gestire al meglio i tuoi soldi non devi necessariamente avere un'elevata competenza in fatto di finanza: basta seguire accorgimenti che derivano soprattutto dal buon senso, ma anche dalla consapevolezza che per costruire un futuro sereno è necessario pianificarlo.

​​Il tuo bugdet

Gestire il tuo budget non è difficile, se tieni presenti alcune semplici regole di base: innanzitutto, devi avere un'idea chiara delle tue risorse attuali e delle tue entrate periodiche, considerando ciascuna fonte di reddito.

Approfondisci

A questo punto, quantifica la media delle tue uscite, per esempio su base mensile, comprendendo tutte le voci di spesa e cercando di tenere separate le spese fisse da quelle variabili.

Confrontando le entrate con le uscite, dovrai decidere se – come è consigliabile – sei nelle condizioni di destinare una percentuale delle tue risorse all'accumulo di risparmi, che potrai far fruttare o destinare a usi di emergenza (spese mediche, lavori di casa imprevisti, etc.).

La percentuale da riservare al risparmio dipenderà ovviamente dalla tua disponibilità economica e dal tuo stile di vita.

È consigliabile tuttavia porsi degli obiettivi precisi in termini di risparmio ed essere costanti nell'attenersi al piano stabilito; un buon modo per assicurare tale costanza consiste nell'impostare i versamenti direttamente dal conto bancario a, per esempio, un piano di investimenti o un conto di deposito, così da destinare automaticamente una parte delle entrate al risparmio.

 

​​Il tuo risparmio

Gestire il tuo risparmio non vuol dire solo amministrare le risorse accumulate, ma anche ottimizzare le varie voci di spesa per ridurle o per ottenere maggiori benefici.

Approfondisci

Per esempio, se devi restituire un prestito o stai pagando un mutuo, dovresti valutare periodicamente se ci sono delle alternative più convenienti rispetto all'attuale piano di rimborsi (per esempio, nel caso del mutuo, passando da un tasso fisso a uno variabile).

Se abiti in una casa in affitto, potresti valutare l'opportunità di acquistarla, se dovesse risultare più conveniente a lungo termine, oppure puoi di anno in anno ridiscutere i costi delle tue polizze assicurative, per ottenere condizioni migliori. L'importante è riflettere su ogni aspetto della tua economia, senza considerarne nessuno immutabile o scontato.

Le tue scelte economiche dovrebbero dare priorità all'eliminazione del debito, partendo da quello che ha interessi più alti, così da ridurre i costi fissi.

Per quanto riguarda le altre voci di spesa, il consiglio è di tenere sotto controllo le uscite, per esempio con appositi programmi software in cui inserire le spese quotidiane: in questo modo ti sarà più facile capire dove è opportuno o ti è possibile risparmiare. Aggregando i dati giornalieri in periodi più lunghi, per esempio su base mensile, potrai valutare con maggiore consapevolezza eventuali spese eccessive e modificare di conseguenza il tuo comportamento, quando è possibile.

Sul fronte opposto, quello delle entrate, dovresti impegnarti a controllare i rendimenti dei tuoi investimenti almeno una volta l'anno, per decidere se mantenerli oppure cogliere eventuali opportunità migliori, e dovresti tenerti aggiornato (o consultare uno specialista in grado di consigliarti) sulle novità in fatto di agevolazioni fiscali o prodotti finanziari vantaggiosi.

 

​​Il tuo futuro

Una corretta gestione delle tue risorse economiche dovrebbe essere finalizzata ad assicurarti un futuro tranquillo e un tenore di vita stabile o che migliora nel tempo. L'obiettivo finale è la tua tranquillità: è intesa non solo dal punto di vista economico, per garantirti autonomia e condizioni di vita adeguate, ma anche rispetto ai vari rischi della vita.

Approfondisci

A questo proposito, oltre che avere un "fondo di emergenza" per ogni eventualità, dovresti periodicamente valutare se sei a posto dal punto di vista assicurativo, ovvero se possiedi sufficienti coperture per le diverse aree di rischio, e se tali coperture sono allineate alle tue esigenze, che nel tempo possono cambiare.

A seconda della tua situazione pensionistica ed economica puoi inoltre valutare l'opportunità di ricorrere a forme di previdenza complementare, o a piani di investimento che accrescano o almeno proteggano il tuo capitale.

Infine, oltre che al tuo futuro, dovresti pensare anche a quello dei tuoi cari, accertandoti di lasciare loro le risorse necessarie, insieme a precise disposizioni sulla destinazione dei tuoi beni.